Introduzione a Java

Scritto da Luca Ruggiero nella sezione Java

Java è un potente linguaggio di programmazione orientato agli oggetti, sviluppato da Sun Microsystem, sintatticamente e semanticamente somigliante al C (da qui la sua definizione di linguaggio C-like), utile sia per la realizzazione di software applicativi che per la realizzazione di componenti Web.

Si differenzia da altri linguaggi suoi simili come C e C++ (da cui deriva), oppure Visual Basic ed altri, fondamentalmente per un motivo: la portabilità, ovvero la capacità di essere eseguibile su diversi sistemi e diverse piattaforme con una sola stesura di codice, secondo il suo principio Write once, run everywhere (scrivi una sola volta per funzionare ovunque): un programma scritto in Java è perfettamente adattabile a tutte le piattaforme di rilievo sul mercato, da Windows a Linux, fino a sistemi Apple, adatto addirittura a tecnologie come cellulari e palmari. Questo grazie al suo singolare ambiente di esecuzione, rappresentato dalla Java Virtual Machine (JVM macchina virtuale), già presente su sistemi di nuova (ed anche non troppo recente) generazione, altrimenti scaricabile dal sito della casa madre.

Altra differenza sostanziale che passa tra Java ed i suddetti linguaggi di programmazione, è che questi ultimi creano eseguibili (*.exe), mentre Java genera file compilato (*.class) che non vengono istallati, ma interpretati dall'esecutore.

Da anni la sua notorietà è cresciuta, grazie alla sua semplicità di utilizzo e, appunto alla portabilità del software derivante dal suo impiego. Java non produce file eseguibili o pacchetti di installazione, ma codice compilato in linguaggio macchina detto bytecode letto ed interpretato dalla JVM: i software eseguibili vengono installati su diverse macchine ed interagiscono direttamente con le peculiari componenti di sistema di ogni singola piattaforma; il codice Java invece, grazie alla JVM (presente alla stessa maniera su sistemi Windows, Linux, Mac, ecc...) scritto in bytecode, viene interpretato sempre alla stessa maniera ed è dunque possibile far funzionare una stessa applicazione in egual modo su diversi sistemi.

Questa particolarità di Java, rispetto ad altri linguaggi, produce pro e contro: Java è un linguaggio portabile, semplice grazie alla sua propensione verso gli oggetti, sicuro, ed adatto per la realizzazione di complesse applicazioni di rete, pensato per essere open-source e perfetto per lavorare con database e con l'Xml. In contro a tutto ciò ne deriva il fatto che, non essendo un linguaggio capace di generare eseguibili puri, non può interagire direttamente con la macchina: a livello software lì dove non fosse presente o dove fosse obsoleta la JVM (quasi impossibile su sistemi non troppo datati); a livello hardware, diventa dunque impossibile scrivere programmi che si interfaccino fisicamente con la macchina e con le sue periferiche, come la stampante, il monitor, la tastiera o porte di comunicazione.

Java trova comodamente impiego anche nell'ambito del Web: è possibile realizzare applicazioni di svariata natura (dette Applet), semplicemente integrabili nell'ambito di una pagina Html, grazie a degli appositi Tag, il cui compito è quello di comunicare con l'applicazione. E' possibile creare menu dinamici, animazione per testi ed immagini, moduli di ricerca e/o di richiesta, ed altri comuni elementi Html dinamici. Vasto spazio nel Web anche nei confronti di reali applicazioni server-side.

Tuttavia il suo impiego primario è dedicato allo sviluppo software, sia stand-alone che per la rete; l'interazione con i database è ottima, è possibile interfacciarsi con qualsiasi DBMS che supporti il driver JDBC (Java Database Connectivity).

I lettori che si troveranno a proprio agio e che troveranno ben poche difficoltà nell'apprendere queste prime lezioni di Java, sono coloro che già si servono del Javascript per lo sviluppo di routine lato client sulle pagine Html, i programmatori C e C++, e tutti coloro che si servono di un linguaggio orientato agli oggetti che derivi sintatticamente dal già citato C.

Non si scoraggino coloro che non si riconoscono in questa fascia, Java è un linguaggio amichevole, coinvolgente e divertente che non risulterà difficile a nessuno se affrontato con tanta voglia di impararlo!

I più cliccati della sezione Java

:: Generare numeri Random in Java (171.176)

:: JDBC: Introduzione a Java Database Connectivity (26.433)

:: Si può spedire o ricevere email da un'Applet Java? (7.388)

:: Accedere ad una classe Java con Asp (5.100)

IN EVIDENZA
DOWNLOAD